A Sassari Enrico Berlinguer è stato onorato nel migliore dei modi

di Tore Cherchi

Qualche parola a commento della bella giornata sassarese del 25 maggio dedicata a Enrico Berlinguer nel centenario della sua nascita. 

  L'Associazione nazionale, diretta da Ugo Sposetti, e la nostra Fondazione regionale, entrambe intitolate al segretario del PCI, per tempo avevano deciso di puntare su Sassari come sede dell'evento nazionale del centenario. Per questo obiettivo, già nello scorso anno, è stato promosso un progetto con l'Università sassarese che, nella sua autonomia, ha scelto di indirizzarlo verso il conferimento di un attestato di alta benemerenza (una sorta di laurea ad honorem) a Enrico Berlinguer, il quale vi ha frequentato gli studi in Giurisprudenza arrivando alle soglie della laurea.  

  Il progetto è stato condiviso e sostenuto dalla Ministra dell'Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa.

  Il Presidente Sergio Mattarella ha apprezzato l’iniziativa e, con la sua diretta partecipazione, ha espresso, a Sassari, l’omaggio della Repubblica, a un leader stimato dal popolo italiano al di là di ogni appartenenza politica. 

  Le figlie Bianca, Maria e Laura e il figlio Marco, insieme con altri stretti parenti, hanno partecipato ed espresso sentimenti di felicità.

   A consuntivo si può affermare che l’obiettivo di commemorare a Sassari la straordinaria personalità di Enrico Berlinguer, nel modo più prestigioso e autorevole, è stato pienamente conseguito. L’Associazione nazionale e la nostra Fondazione sono pienamente soddisfatte dell’esito e del buon lavoro fatto con discrezione e nel rispetto dei soggetti istituzionali.

    La giornata sassarese è stata fortemente arricchita dal Comune che ha inaugurato un’artistica targa disegnata da Igino Panzino in prossimità della casa natale di Enrico Berlinguer, e dal Liceo Azuni che, grazie al comitato degli ex suoi allievi, ha organizzato una riunione che ha coinvolto gli studenti.  In una lastra di marmo sistemata all’ingresso dell’Aula magna del Liceo, è stata riportata una eloquente frase di Berlinguer: “ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”.

    Dopo la presentazione del libro “La scorta di Enrico” di Luca Telese dedicato agli uomini della scorta del segretario del PCI, e lo spettacolo dei Tenores di Neoneli “Berlinguer, un‘omine, una vida”, la ricca giornata e stata chiusa dalla rappresentazione teatrale del testo di Cosimo Filigheddu, “La partenza di Enrico”, regia di Mario Lubino.  La capiente sala del teatro era piena: un successo.

-------

Tore Cherchi è Presidente della Fondazione Enrico Berlinguer. Ingegnere minerario, iscritto dal 1972 al PCI e poi ai DS e PD, è stato l'ultimo segretario regionale del PCI sardo e il primo dell'Unione Autonoma della Sinistra Sarda/PDS. E' stato parlamentare, sindaco di Carbonia e presidente della provincia di Carbonia ed Iglesias.

Ugo Sposetti e Tore Cherchi salutano il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Sassari, 25 maggio 2022
Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.